In COLLABORAZIONI

Le miss movie n°12: P.S. I love you




INFO
  • Hilary Swank: Holly Kennedy
  • Gerard Butler: Gerry Kennedy
  • Lisa Kudrow: Denise Hennessey
  • Harry Connick Jr.: Daniel Connelly
  • Gina Gershon: Sharon McCarthy
  • Jeffrey Dean Morgan: William
  • Kathy Bates: Patricia
  • Nellie McKay: Ciara
  • James Marsters: John McCarthy
  • Dean Winters: Tom
TRAMA

È la storia di Holly e Gerry, una coppia giovane e felice fino a quando improvvisamente Gerry si ammala e muore. Holly, ancora ventinovenne, si ritrova già vedova e con un senso di vuoto nella sua vita. È arrabbiata perché si sente tradita da Gerry, proprio lui che le aveva promesso di starle accanto per il resto della sua esistenza. Ma Gerry non ha dimenticato la promessa fatta mentre era in vita e trova il modo di farle avere una lettera in date ben precise, con un messaggio che le possa essere d'aiuto per ritornare a vivere anche senza di lui e alla fine di ogni messaggio non dimentica mai di ricordarle una cosa: P.S. I love you! Pian piano Holly impara che deve continuare a vivere anche senza Gerry, che rimarrà per sempre nel suo cuore.


IL MIO PENSIERO (attenzione contiene un paio di spoiler):

Avevo visto questo film un po' di anni fa e mi era piaciuto molto... 
Così per questo motivo ho scelto questo film; devo dire che rivedendolo ora che sto provando un vero sentimento verso un ragazzo se fossi al posto di Holly reagirei esattamente come lei: mi rinchiuderei in casa,non parlerei con nessuno.mi riempirei di cibo spazzatura e guarderei film su film. 
Ma soprattutto se il "mio Greg" mi avesse scritto delle lettere e mi avesse preparato delle sorprese la mia vita si baserebbe solo su quello, perché l'unica cosa che avrei di lui. 

Oltre a questo fatto il film è veramente stupendo Holly è la classica donna un po' pazza, patita per le scarpe e totalmente dipendente dal suo marito. Invece Greg (mamma mia che figo che è Gerard Butler) è il classico belloccio, irlandese, che sa suonare la chitarra e ha una voce che ipnotizzerebbe qualsiasi donna. 
Dopo 9 anni che loro due stanno inseme lui muore per un tumore al cervello e come regalo per i 30 anni della sua Holly (che compirà dopo la sua morte), prepara un viaggio che ha come missione di farla andare avanti con la sua vita e soprattutto di trovare un'altra persona da amare... 
Attraverso questo viaggio scopriamo il loro 1° incontro, i litigi, i diverbi con le rispettive suocere e i diversi desideri per il futuro.
Insomma questo film è stupendo, però se siete delle persone come mia sorella che non amano i film strappa lacrime allora lasciate perdere e guardatevi New girl che chiunque trova divertente



IL PENSIERO DI FRANCY:

(http://neversaybook.blogspot.it/)


E cosa succede quando la vita ci gioca il più brutto scherzo che esista? Cosa accade quando la Morte colpisce; non te ma una persona che ami? Il mondo che hai costruito insieme a lei si spezza, crolla a piccoli pezzi come fa un lampadario di piccoli cristalli durante un terremoto: tanto meraviglioso, brillante e solido un attimo prima e inesistente dopo che la distruzione ha svolto il suo ingiusto ruolo; intoccabile se non in piccoli frammenti;
gli stessi pezzi che in un amore costituiscono quegli istanti passati insieme che -sommandosi- diventano qualcosa di ancora più di valore che un lampadario di cristallo. Impossibile rimettere le schegge insieme: si possono ammirare con nostalgia così, una per una. Holly è costretta dalla morte del marito a fare così, a continuare la sua vita senza l'unico sostegno che le dava la sicurezza di andare avanti.
La donna si barrica in casa come fosse il suo rifugio, l'unico posto dove può ricordare Gerry da vivo. Ma nella vita i momenti brutti si devono superare; non reagire non porta a niente e Gerry lo sapeva; in più conosceva troppo bene la moglie per starsene con le mani in mano prima che il suo tumore al cervello spegnesse la sua allegria e la sua voce tramite cui cantava l'amore alla sua donna. 


L'ultimo grande regalo dell'uomo per Holly è stato ridarle la voglia di vivere dandole la forza di alzarsi dal letto ogni mattina e guardare avanti. Non indietro.
Ma è un regalo che si può ricevere davvero soltanto dopo un lungo percorso che Gerry pianifica minuziosamente: tramite delle lettere programma un viaggio attraverso la memoria che si potrebbe definire quasi catartico. Holly continua a vivere grazie al marito che non vive più: una contraddizione così assurda ma tanto romantica e dolce.
Parole commoventi escono da ogni singolo foglio lasciato da Gerry che -dopo aver colpito la donna- arrivano dritte dritte al cuore del lettore che si ritrova a ripercorrere la loro vita insieme, dal loro incontro fino alla loro separazione.
Un cammino che si sposta dai divertimenti di New York -capaci di distrarre Holly per poco- agli scenari mozzafiato dell'Irlanda, dove tutto è nato in mezzo ad una natura incontaminata e disseminata da fiori di ogni genere. Le espressioni della donna diventano sempre più rilassate, più sognanti man mano che si procede. Ma potrà mai farsi una nuova vita senza Gerry? Incontrare un amore che la accompagni fino alla vecchiaia come le coppiette dai capelli scoloriti dal tempo che continuano a provare affetto reciproco dopo tanti anni? (Quanto siamo arroganti no? Abbiamo così paura di invecchiare che facciamo di tutto per evitarlo. Non ci rendiamo conto di che privilegio sia diventare vecchi con qualcuno). Un punto chiave che soltanto guardando il film potrete scoprire. 
E questa volta voglio finire la recensione con qualche frase che mi ha colpito nel corso del film; non sono necessariamente le migliori perché -avendolo visto in inglese- è difficile trovare le corrispondenti.

ps. ti amo, Holly, e so che anche tu ma ami. Non hai bisogno delle mie cose per ricordarti di me, non hai bisogno di conservarle come prova del fatto che sono esistito e che esisto ancora nella tua mente. non hai bisogno di mettere i miei maglioni per sentire il mio abbraccio. Io sono già lì... e ti tengo sempre abbracciata.
Promettimi che ogni volta che sarai triste o insicura, o che perderai completamente la fede, cercherai di vederti attraverso i miei occhi...
Se siamo tutti soli, allora siamo tutti insieme in questo.

Il fatto è che tu mi hai travolta all'improvviso, senza che io potessi fermarti. Ti sei infilato nella mia testa come se ci fosse la porta aperta, come se qualcuno ti avesse detto di entrare. Il fatto è che però nessuno ti aveva invitato, ma tu lo sapevi che dovevi arrivare. E in fondo lo sapevo anch'io.
Voto: ♥


Lo consiglio a: chi ama le vere storie d'amore imperfettamente belle
Il mio voto: 

Related Articles

0 commenti:

Posta un commento

Citazione preferita

Sono la polvere del mio presente

Follow by Email

Translate