In LIBRI RECENSIONI

Bookslover: Zia Mame - Patrick Dennis







Risultati immagini per zia mame

EDITOREAdelphi

ANNO DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE: 1955

PAGINE: 380 p, brossura

TRAMA:

Immaginate di essere un ragazzino di undici anni nell'America degli anni Venti. Immaginate che vostro padre vi dica che, in caso di sua morte, vi capiterà la peggiore delle disgrazie possibili, essere affidati a una zia che non conoscete. Immaginate che vostro padre - quel ricco, freddo bacchettone poco dopo effettivamente muoia, nella sauna del suo club. Immaginate di venire spediti a New York, di suonare all'indirizzo che la vostra balia ha con sé, e di trovarvi di fronte una gran dama leggermente equivoca, e soprattutto giapponese. Ancora, immaginate che la gran dama vi dica "Ma Patrick, caro, sono tua zia Mame!", e di scoprire così che il vostro tutore è una donna che cambia scene e costumi della sua vita a seconda delle mode, che regolarmente anticipa. A quel punto avete solo due scelte, o fuggire in cerca di tutori più accettabili, o affidarvi al personaggio più eccentrico, vitale e indimenticabile che uno scrittore moderno abbia concepito, e attraversare insieme a lei l'America dei tre decenni successivi in un foxtrot ilare e turbinoso di feste, amori, avventure, colpi di fortuna, cadute in disgrazia che non dà respiro - o dà solo il tempo, alla fine di ogni capitolo, di saltare virtualmente al collo di zia Mame e ringraziarla per il divertimento.

CITAZIONI:

Aveva piovuto tutto il giorno. Di solito me ne infischio, se piove o no, ma quella volta avevo promesso di montare le tende e di portare il bambino in spiaggia. Mi ero anche riproposto di applicare quei cavolo di stencil alle pareti loro riservate nella parte della cantina che il nostro mediatore aveva definito tavernetta, e inoltre volevo capire in che modo impegnare quella soffitta che secondo il mediatore, sempre lui, andava considerata un disimpegno, passibile di trasformarsi in stanza degli ospiti, studio, o laboratorio.

RECENSIONE(spoiler alert!):

CIAO!
Avevo questo libro sullo scaffale da un bel po' e leggendo su internet mi aspettavo mooolto di più. 
Partiamo subito dal fatto che le descrizioni dei personaggi praticamente non esistono. Il problema poi non è solo di estetica ma anche psicologico. Ora mi spiego meglio.
Siamo negli Stati Unit intorno al 1915.
Il protagonista Patrick Dennis all'età di 10 anni muore il padre, così viene affidato alla sorella del padre Mame. La zia del ragazzino è un personaggio eccentrico sia nel modo di vestire che nel comportarmento. Lei è l'unico personaggio che mi sia veramente piaciuto.
Dal quel momento Patrick ne vedrà di tutti i colori. 
La trama è basata principalmente su questo: le avventure vissute con la "zia Mame" dal punto di vista del ragazzo durante quasi tutta la sua vita.
Gli sbalzi tra una storia e l'altra sono molto ampi.
Non so ma da questo libro mi aspettavo molto di più. 
Però devo ammettere che qualche scena mi ha fatto ridere, cosa assai strana perché difficilmente i libri mi strappano una risata, e Mame è davvero meravigliosa: con la sua personalità ha letteralmente illuminato il libro.
Magari leggerò altri libri di Patrick Dennis che in realtà è lo pseudonimo di Edward Everett Tanner III, perché comunque con la sua scrittura trasmette una freschezza che non è da pochi.




Related Articles

0 commenti:

Posta un commento

Citazione preferita

Sono la polvere del mio presente

Follow by Email

Translate